Il sesso è tabù, la sessualità è ok. Quello che Google non vuole farci vedere.

Il titolo di questo articolo racchiude un po’ il senso di come “ragiona” la funzione completamento automatico di Google.  Da qualche tempo, infatti, Google ha sviluppato questo servizio, un algoritmo che si attiva durante la digitazione ed è in grado di prevedere e visualizzare le query di ricerca in base alle attività di ricerca degli altri utenti e ai contenuti delle pagine web indicizzate su Google. Tradotto in soldoni è quel meccanismo che vi consente di schiacciare una F e leggere sulla barra Facebook, schiacciare la Y e vedervi suggerito Youtube, digitare “Nie” e vedervi apparire il modo corretto di scrivere il nome di un famoso filosofo tedesco.

Trattandosi di un algoritmo, di una cosa fredda insomma, questa funzione si basa su numeri e non sul valore. Quantità dunque, non qualità! Per questo non meravigliatevi se Stefano Mauri viene prima di Stefano Benni, la Gerini prima della Cardinale, Vacanze di Natale molto prima di Vacanze romane mentre sognare topi o serpenti precederà sognare di essere incinta

Penserete che è ok, che non vi è nulla di strano, che è il mercato che fa le leggi e queste bisogna accettarle facendo buon viso a cattivo gioco. E invece non è così. O almeno non è sempre così. Questo liberalissimo strumento tanto liberale non lo è, perché, di fatto, c’è tutta una serie di parole che non vi verranno mai suggerite. Non è che ho scoperto l’acqua calda. Google afferma in maniera esplicita che vengono escluse un gruppo limitato di query di ricerca a contenuti pornografici, di violenza, di incitamento all’odio e relative alla violazione del copyright.

Come funziona questo filtro? Mentre digitate vi appariranno suggerimenti diversi a seconda di quello che state scrivendo, ma se incappate in query non gradite Google smetterà di suggerirvi alcunché e vi lascerà soli. Insomma Google vi assiste fino a POR- con portaportese, porta di roma, porta dello studente, ma se aggiungete una N, digitando PORN, ecco che si ammutolisce. Stessa cosa accade con BOCCHIN (con buona pace di Italo), con SCOPAR, con MERDA, con ORGAS. Il tabù dell’incesto paralizzerà Google a INCES, quello del latino a FELLA, l’igienismo a SCOPA, mentre se desiderate sapere qualcosa sul sesso di gruppo sappiate che non andrete oltre Orgoglio e Pregiudizio (che coincidenza eh?).

Certo possiamo ragionare su quanti preziosi bambini vengono ogni giorno tutelati con questo meccanismo, considerare che purtroppo nel mondo esistono un sacco di laziali o consolarci al pensiero che Madonna di Campiglio dà una pista alla Madonna di Loreto (una pista… )

Eppure ci sono altre cose che non mi tornano. L’ipocrisia, innanzitutto, o la modernità se volete, di questa funzione che omette di rendersi complice di quello che trova disdicevole, fatto che non preclude, però, la fruizione del servizio. Se scrivo PORNO e schiaccio ENTER non è che Google non completi la ricerca. Il servizio me lo offre ugualmente, solo, come dire, se ne lava le mani, si gira dall’altra parte.

L’assurdità di vedere cancellate parole di uso comune come vibratore o pedofilia o scopare, sintomo della percezione di internet come luogo di perdizione e peccato. L’assurdità di ritenere possibile la sessualità senza il sesso. Il fatto che molti personaggi vengano ignorati, come Ilona Staller (alias Cicciolina) eletta democraticamente nel 1987 in libere elezioni in uno stato libero, ma indegna di figurare tra le cose che potrebbero interessare un utente di Google, forse perché ritenuta capace di deviarne la moralità o, come credo, semplicemente colpevole di poter macchiare l’immagine di una società che deve mostrarsi friendly a tutti i costi e non perde mai occasione per farlo.

In quest’epoca nella quale spesso si considera reale qualcosa o qualcuno a partire dalla sue presenza sulla rete e non viceversa certe dinamiche fanno riflettere…

Annunci

Che tipo di Blogger sei?

Blogger...

Vegan alla riscossa! Il meglio dai forum cruelty-free.

Cosa c’è in questo post? Una selezione di frasi prese da alcuni forum animalisti.

Qual è l’obiettivo del post? Fare ridere.

In che modo è possibile travisarlo? Considerando la selezione delle frasi come un modo per screditare i movimenti animalisti e le ragioni di vegetariani e vegani.

Cosa pensa Stefano di animalisti, vegetariani e vegani? Tutto il bene possibile.

Cosa pensa Stefano della frase “mangiare carne è nella natura umana”? Che è una cazzata.

Cosa pensa Stefano della catena alimentare? Vedi sopra.

Cosa pensa Stefano del gruppo facebook “le cazzate dei vegetariani”? Che sia frequentato per lo più da fascisti trogloditi.

A cosa paragonerebbe Stefano l’avversione di molti verso la dieta vegetariana? A quella verso l’omosessualità.

Cosa si sente di dire Stefano a vegetariani, vegani, trogloditi, fascisti, omosessuali, catene di alimentari o gruppi facebook? Nulla di nulla.

Precisazione animalista

Non sono lacrime, e non sono di coccodrillo.

(LullabyGolightly)

Le competenze del generalizzatore

ci tengo a sottolineare che non mi sogno minimamente di generalizzare, anche perchè non ne ho le competenze.

(gioman)

Ferisce più la penna che la brace

un vegano antipatico senza buon senso quando scrive certe cose fa danni a tanti animali

(Lemon tree)

La seconda rinascita

(evidentemente la prima rinascita lo aveva deluso)

per me è stato come rinascere una seconda volta!!

(Andre@)

Dio è vegan

il punto è che è difficile per molti sradicare un’abitudine, un condizionameto così profondo.. e io ormai penso che ci penserà Dio a loro

(universo)

Gli annunci impossibili

Cerco bambinaia per bambino crudo

(Stefanie)

Estremismo

in casi estremi o in situazioni estreme TUTTO diventa estremo

(dubh)

In nome del cane

lo sai perche’ intervengo ancora a risponderti? mica per te…… per gli animali..

(yasodanandana)

Momenti

Che bello!!! Qualcun’altro che crede nel farro!!!

(paola67)

Priorità

Ho mille pensieri in testa! Cerco di riordinarli, partendo dal meno significativo

(LullabyGolightly)

Happy cow

consiglia di bere il latte di mucca, in quanto più sattvico, ma alle seguenti condizioni: Che la mucca sia sana e felice

(Gandhi)

È quello della Lola?

Il latte di mucca può avere tracce di qualsiasi cosa che la mucca mangi incluso fuoriuscite radioattive provenienti dagli esperimenti nucleari

(Gandhi)

Errori in fatto di diete ed alimentazione

gastronerie

(abe_exodus)

Dentature di una volta

mio padre mi ha detto che di multivitaminici non ne ha mai preso, eppure spaccava le noci con i denti

(abe_exodus)

L’arrosto del ‘77

I vecchi cibi, stipati per anni da qualche parte per evitare danni, vengono rimessi in circolazione generando spesso le voglie di quei cibi che non assumiamo più.

(flib)

Senza titolo

So di alcuni crudisti vegani dal fisico indiscutibile

(blueyesvegan)

L’imboscata

Stavo benissimo, ma poi i carboidrati mi hanno teso l’agguato.

(Andrea68)

Chiome

a quell’uomo nessuno ha tolto un capello

(Stella10)

Cartesio was right!

Per caso o non per caso sono arrivata a leggere il libro sulla dieta senza muco e sentivo subito che il mio corpo ne è interessato.

(Zia Emma)

I fornelli degli orfanotrofi dei paesi lontani: un racconto breve.

C’è chi va in un orfanotrofio di un paese lontano, e a cui viene offerto un piatto di pastasciutta al formaggio dal sapore sgradevole, perchè fatta da bambini che non sanno cucinare: bambini che rischiano la vita per prepararti quel pasto, smanettando di nascosto con fornelli incandescenti, fonti inesauribili di fulmini e saette, per dimostrarti che sei importante per loro.

(LullabyGolightly)

Figli

non so la teoria e la pratica di questa mamma, però ti assicuro che avere un figlio “zampa di velluto” (o squalo, o Uomo delle caverne, ecc ecc) non è per niente facile.

(A. S.)

Il primo avocado

Oggi ho anche comprato il mio primo avocado da mettere nell’insalata…ma non so da dove partire!!!

(Vale6607)

Il piedistallo tra i piedistalli

Vi ammiro, ma piantatela di salire su di un piedistallo d’oro.

(LullabyGolightly)

I paragoni impossibili

la scienza è al servizio dell’industria, è affidabile quanto la strega che chiede al cacciatore di uccidere Biancaneve.

(MissMuffin)

Aggiornamenti di cui senti proprio il bisogno

Ho la pancia (vicino all’ombelico) sempre gonfia e secondo me c’è qualcosa che ristagna li da tempo. Vi terrò aggiornati

(Rosannadig)

I peggiori dieci commenti che potreste ricevere su Wordpress. (Specie se siete affetti da favismo).

Piccola premessa. La maggior dei post che trovate su Tibten sono stati fatti andando a spulciare la rete alla ricerca dei più significativi commenti dei vari utenti di social network e forum. Mi sono occupato del blog di Grillo, di neofascisti, di feticismo del piede, di viaggi (questo ve lo consiglio), di donne&parrucchieri, di ufologia e di altri argomenti che trovate cercando negli archivi del blog. L’ho fatto perché è divertente e la cosa mi ha dato la possibilità di riflettere sul rapporto tra scrittura e internet. Stavolta, invece, mi sono voluto divertire. Questo significa che tutti i dieci commenti peggiori che trovate tra poco sono tutti frutto della mia fantasia. Badate bene, però, che non ci tengo particolarmente alla loro paternità, che tradotto significa che ve ne potete tranquillamente appropriare se il caso lo richiede. Vi chiederei di non farlo qui però, anzi vi invito a trovare commenti peggiori di quelli che ho inventato io e a farcirci per bene questa pagina. Sempre che voi ci riusciate si intende ; )

Buona fortuna!

I peggiori dieci commenti che potreste ricevere su WordPress

1 Cioè fantastico! Sono rimasto piegato dal ridere per due ore, stavo per sentirmi male… poi ho cliccato sulla tua pagina.

2 Caro xxxxxx, non vorrei risultarLe pignolo, ma ESATTAMENTE un anno fa (ho controllato la data) Lei pubblicò un articolo quasi identico a questo che aveva come tema il dolore che Le aveva provocato la morte di una persona a Lei cara. Volevo ricordarLe che nessuno La obbliga a tenere un blog! Non c’è niente di peggio di chi, come Lei, ricicla i suoi stessi articoli. Cosa pensava che non se ne sarebbe accorto nessuno?

3 Avete rotto i cojoni sardi demmerda! Ce frega ‘n’ cazzo a noi de Zedda, de Oristano e dell’Icnhusa. Sapete che c’ho pe’voi? Appositamente pe’ voi e soprattutto bella fresca? ‘Sta FAVA!!! Se Se, ho detto proprio FAVA! ‘Mo come la mettete? FA-VA!

4 Quindi mi faccia capire, lei ha perso il lavoro e, in seguito a questo avvenimento, ha deciso di aprire questo blog… Maaaa, sbaglio o è suo il cellulare che non sta squillando?

5 Articolo interessante! Mi ha colpito molto la parte sui comportamenti delle capre in Germania durante il solstizio d’estate del ’44. Ho trovato forse leggermente forzato il collegamento tra i fenici ed i Chicago Bulls del secondo Three-peat. Devo ammettere che, per quanto io segua il basket NBA, non ero a conoscenza del fatto che Steve Kerr fosse nato proprio in Libano e che il padre fosse un agente governativo statunitense (!) poi ucciso dai nazionalisti, o, come lei sostiene, presunti tali ; ). Non ricordavo nemmeno che Kerr avesse iniziato la carriera con i Phoenix Suns prima di arrivare ai Bulls e vincere tutto (che strano proprio in Arizona eh ; )). Ammetto sì che le coincidenze sono diverse, ma da qui a sostenere che Kerr faccia parte della Confederazione Galattica di Luce ce ne passa. Non voglio per forza negare la sua tesi (nemmeno io sopporto i negazionisti per partito preso) dico solo che c’è bisogno di più di qualche indizio… certo che quei “soli” fanno pensare e poi anche una certa somiglianza con i pleiadiani non voglio negarla… staremo a vedere ; ) … Ho controllato e…accidenti, Kerr adesso fa il telecronista televisivo! Lo sapeva? Comunque il miglior sesto uomo bianco che io ricordi.

6 Cara vagina. Ho letto uno dei tuoi ultimi post e vedo che continui a chiamare noi uomini “cazzetti”, nonostante l’ultima volta che sei venuta qui ad Anguillara sembravi decisa a non utilizzare più questo termine o, quantomeno, a farlo contestualizzandolo. Devo ammettere a questo punto che più che “memorie di una vagina” il nome perfetto per il tuo blog sarebbe “memorie corte di una vagina”. Resto a disposizione per eventuali chiarimenti. Tuo  Massimone “iron” Pezzacotta.

7 Bell’articolo. Sta pensando anche ad una versione senza spocchia?

8 Salve. È trascorso tanto tempo dall’ultima volta che ci siamo visti e, purtroppo, credo che lei non si ricordi più di me. Io invece la penso spesso ed ogni tanto mi sorprendo a cercare nei suoi articoli tracce di quegli anni trascorsi insieme, di quegli anni felici passati all’insegna dell’impegno comune. Spesso mi chiedo dove sia finito quel ragazzo trasognato e brillante che aveva nei miei riguardi sempre una parola giusta, un pensiero carino e che, nonostante la giovanissima età, sapeva darmi sicurezza e rispettarmi come pochi altri facevano. Lo so, oramai lei ha altri interessi e tutt’altre frequentazioni, tutti questi discorsi, temo, non le diranno nulla. Questo non toglie che non potevo davvero restare in silenzio, ora che il mio tempo sembra davvero arrivato al termine. No, non potevo andarmene senza dirle che in tutto questo tempo io ho pensato a lei e a tutte le cose che abbiamo costruito insieme, anche se per lei, evidentemente, non sono stato altro che un giuoco d’infanzia frettolosamente accantonato. Sinceramente suo, il congiuntivo.

9 CANADIAN-PHARMACY-HAS-ALL-YOUR-MEDS-FOR-80%-OFF-RETAIL Save-8O%-0ff-Viagra©-Cia1is©-Levitra©

10‏ E spero che Lei non venga a dirmi che trattasi di due persone morte nello stesso giorno ad un anno di distanza, perché non me la bevo! Troppi dettagli tornano nei due articoli: la morte prematura dei Suoi genitori nel rogo del discount; i sacrifici di questa donna per allevarLa e pagarLe le operazioni di cui necessitava per vivere; il fatto che nessun vincolo di sangue vi univa; il pignoramento della vecchia cassapanca dove le faceva le medicazioni; la distrofia che l’ha costretta nove lunghi anni a letto; l’irrazionale fobia per le cartelle della tombola che vi accumunava; il vinile di Nico e i gabbiani; l’origano; i ripetuti atti di vandalismo al cimitero. Troppe coincidenze! Verso la fine lei usa persino la stessa immagine dell’articolo dell’anno scorso, quando, parlando della donna scrive “paralizzata, inerme, quei suoi occhi su di me che imploravano pietà ed io che non potevo fare nulla, che non trovavo nemmeno il coraggio di chiamare la quaterna ”… stesso articolo, stessa persona! Si vergogni!

Stefano Mosso

Piante, dita, talloni e Superga: breve viaggio tra i feticisti del piede.

Piante, dita, talloni e Superga: breve viaggio tra i feticisti del piedi.

 

Articolo 1

il piede deve sapere di piede.

(flipsega)

Pensiero del giorno

Vorrei tanto trovare una bella donna che mi calpesti un pò oggi

(furbetto1)

Imprinting

Ciao, ho 38 anni e penso di essere invaghito delle estremità femminili dalla nascita

(Valefeet)

Deformazione

ciao a tutti ho 31anni e sono un adoratore incallito dei piedi femminili..

(deviltoons79)

La presentazione

ciao, sono un lecca-adora-annusa-ama piedi,scarpe,stivali.

(lecchino)

Dubbio amletico

a me piace anche la caviglia…sono forse pazzo?

(sanex)

Rarità

Ooh.. e’ cosa rara vedere delle stigmate cosi’ ben formate.

(oonilox)

L’illuminazione

vivere con naturalezza senza sentirsi uno schifoso …. non ci avevo mai pensato…

(rosses)

Il simpaticone

Grazie a te x il tuo gentile saluto, x me è un piacere essere qui, dove essere trattato coi ipedi può fare solo piacere

(Demonebianco)

Odore di pixel

sì staimo per diventare annusatori di schermi…..

(Jarod800)

Giornate buttate

Spesso alcune donne hanno i piedi molto caldi e predisposti ad emanare odore… praticamente il paradiso. Altre invece, sembrano del tutto asettiche, neanche dopo un’intera giornata per negozi in Superga ti sanno regalare emozioni…

(footstinkloverk)

Il fallimento

L’odore era davvero tremendo, ho provato a ciucciare ma l’unione calza marcia-scarpa putrida-piede predisposto è stata davvero troppo

(lpaoletto)

Off topic

In fretta, feci anch’io la mia spesa, pagammo e uscimmo dal supermarket. La aiutai a caricare in macchina le

grandi shopper stracolme di cibi costosi, pesantissima quella che a stento conteneva il grande tacchino …

(fiter)

L’idea

se solo si potesse, estrarrei il sudore dei piedi di alcune donne e ne farei una colonia personale

(nyloned)

L’angolo delle domande

ma se mi piace solo vedere i piedi sporchi, che tipo di feticista sono??

(itreed87)

Cinema

bella scenetta, l’attrice è molto piedosa

(Alan76)

La giusta maturazione

Tua madre ha dei piedi stupendi ed un’età perfetta per piedi succosi

(fotografo piedi)

La vera essenza

.una foto in posa pur bella ha sempre che di artefatto,di programmato,mentre uno scatto rubato cattura la reale essenza di un piede,

(uzzu1)

La scellerata

…questa si mette il profumo..! Ma non ha mica capito un cazzo!!!!!!!

(infradito69)

Disponibilità in famiglia

magari avere delle zie o cugine così disponibili a livello piedoso…

(Annusatore)

Feet of war

la prima è Yamile Marrero un cesso di donna ma ha due piedi da guerra!

(rapfeet)

Arrogance

a me piace il piede importante, misura 39 pianta larga carnoso e unghie lunghe arroganti

(smelled)

La prova del nove

Se hai dubbi, guarda i calli sotto la pianta: io dubbi non ne ho.

(Al garcia)

Brogli

La votazione con cui è stato assegnato il titolo Miss piede d’oro a Barbara D’Urso ha generato non poche polemiche…

(K feet)

Questo mi ricorda qualcosa

ah ragà qualcuno sta d’urso l’ha votata!come fa a non piacere a nessuno?

(gorgasm14)

Il troppo storpia

va bene un pochino di alluce valgo ma nn così tnt

(massaggio piedi)

Un sistema non meritocratico

il metodo di nomination andrebbe modificato perchè in molti lo fanno solo a gusto personale e non scegliendo chi durante l’anno mostra di più i piedi…tipo ho letto la Blasi (che nel 2011 non li ha mostrati praticamente mai) o la Ventura (idem con patate)…e anche la D’Urso…vorrei proprio sapere cosa ha fatto per meritare la vittoria per il 2011…

(Amopiedi85)

Protesi?

io fra puttane e amiche supero i 85 piedi

(leoleo99)

Bah!

se sono appena lavati è come leccare una saponetta

(amopiedi85)

La scarpiera di Zoe

L’ho messa su “frutto della mia fantasia” perché c’è tanto di inventato, diciamo che si tratta in gran parte di “aspettative”, pero “Zoe” e la sua scarpiera esistono davvero

(Fiter)

Verità per iniziati

al di là dei gusti che sono sempre molto personali, solo i veri feticisti del piede sanno la differenza tra un piede pulito e un piede che emana un forte odore..

(Merovingio2404)

Tecnicismi

piedi molto belli, numero 39/40, piuttosto “usati” e belli paciugosi, sapete quella pucetta tipo scaloppe?

(lpaoletto)

Istruzioni per l’uso

Sollevai quella prelibatezza ad un altezza tale che rendesse agevole l’operazione di avvicinamento del mio naso

(footjob lover)

La pianta che non ti aspetti

non potete immaginare quanto fu bello avvicinare le mie narici alla sua pianta vogliosa…

(piè odorosi)

Feet party

gioca al superenalotto ,magari vinci e poi ci inviti tutti a festeggire,ovviamente a base di piedi di belle fanciulle

(brillobrillo)

E vide che era cosa buona e giusta

inizio a toccarle il piede ancora calzato e la caviglia dicendole che erano belli e che la caviglia era molto sottile come era giusto che fosse.

(Piedilove)

Gentilezza

wla cina cmq pure io ho provato piedi orienali pikkoli e saporiti liprendevo tutti in boccca goduria..e poisono gentili e questo e tanto.

(jarodo800)

Improbabili similitudini

hai annusato come un cane affamato!!

(rosses)

La deduzione di petrus

.Dal sapore aspro e fortemente salato dei suoi sandali capivo che doveva sudare molto nella stagione estiva…

(petrus)

Smarrimento

Mi fa respirare gli anfibi non saprei dire per quanto, so solo che dopo ero completamente privo di ogni certezza…

(tintoretto86)

Perché io valgo!

CONTINUA A POSTARE QUESTE GRANDI FOTO…MAGARI QUALCUNA ANCHE CON ALLUCE VALGO..

(massaggio piedi)

Puà!

piedi più odorosi del web??!!! Bisogna sempre vedere…per me se la tira troppo…

(fucinadivulcano)

Il timoroso

mi limito a baciare i piedi sporchi,anche se ho la fantasia di leccarli.ho paura di malattie

(andygiro)

Le mezze misure

io puliti, oppure sudati dopo un’oretta di joggin…

(ilnaturista)

Il bacio della buonanotte

Adoro quand mia moglie si fà sfilare i Birckenstock dopo una giornata estiva e calda e me li porge per il consueto bacio serale

(alegi1963)

Bifidus

considerando la mia autentica passione per le piante belle larghe, non lunghe, con alluci grossi e polposi, dita “a martello” (ovvero ripiegate) piccole e unite a formare una linea ideale che va a scendere verso il mignolino, talloni importanti ed un pò vissuti……mi trovo di conseguenza fatalmente attratto dalle piante di Geppi Cucciari

(Pierfilippo)

Help wanted

ah è un problema….come farsi la foto delle piante da sola? nello specchio va bene?

(kymma)

Il lavoro dei sogni

..più che ufficio, mi sembra il paradiso dei piedi!!!

(infradito69)

Riluttanza ostinata

Io già avrei un problema,ho la mia ragazza che ha dei bei piedi,molto carini,ma non riesco a farglieli puzzare in nessun modo

(meganite)

Il pensiero gentile

Una goduria pazzesca…. mi ha anche detto: “non li ho lavati apposta…”

(pièodorosi)

Il sommelier

Annuso un odore acre, molto intenso, con sfumature di calzino da scarpa di ginnastica

(merovingio2404)

– Io non credo in Dio, ma tengo per fermo che se Dio esistesse sarebbe molto orgoglioso dei feticisti dei piedi. Dite di no? Analizziamo con calma questa mia affermazione. I piedi abitano la periferia del nostro corpo, sono la parte più distante dalla testa e sono periferici anche per quello che riguarda la rappresentazione del corpo, almeno nella nostra società. Quante poesie ci sono sui piedi? Pochissime! Canzoni? Praticamente nessuna! Nei quadri e nei film se compaiono lo fanno sempre per caso e considerate che le dita a parte l’alluce non hanno neppure un nome! Eppure i piedi sono importanti! Certo non importanti come le mani, ma le loro cosette ce le fanno fare no? Ci mantengono in posizione eretta, ci consentono di camminare e correre anche all’indietro, di usare i cerotti piccoli e tondi che altrimenti resterebbero in fondo alla scatola, di metterci sulle punte per afferrare oggetti altrimenti irraggiungibili ed inoltre pensate un po’ a quanto sono versatili nel calciare il pallone (di punta, di piatto, di esterno, di collo, di tacco etc. etc.). Insomma fanno un mucchio di cose per noi e noi non solo non li caghiamo nemmeno di striscio, ma a volte li infilano pure dentro le Hogan! Ma i piedi non sono interessanti solo perché ci fanno fare delle cose, basta con questo utilitarismo insomma! Essi possiedono anche un discreto fascino! Costituiscono un piccolo ed eclettico mondo nel quale si passa dalle frivole piante ai severi talloni, dalle delicate falangi distali all’arcipelago osseo del tarso, dai più bui recessi interdigitali al dorso praticamente diafano. I piedi sono capricciosi. Sensibili al caldo e al freddo, facili al lamento, aspiranti giardinieri, per vocazione promiscui, ma fedeli a sé stessi e al loro padrone, al quale finiscono sempre letteralmente per piegarsi, ma lentamente, fino ad amare il loro lavoro e identificarvisi talmente perfettamente che poi non vorranno mai più cambiarlo e rifiuteranno con decisione ogni cambiamento che gli si proporrà come il più meschino dei burocrati statali. Dopotutto perché mai Dio ci avrebbe fornito di strumenti tanto versatili e curiosi, capaci di sprigionare un così vasto spettro di odori e pastose secrezioni se non avesse avuto dei disegni precisi? E’ qui che entrano in gioco i feticisti dei piedi. I feticisti dei piedi infatti riempiono questo vuoto intorno al piede. Mentre tutti noi celebriamo cosce, seni, sederi, labbra e caviglie, i feticisti recuperano i piedi dal dimenticatoio e ne fanno uno dei vettori (a volte quello esclusivo) del loro desiderio sessuale. Vi sembra poco? Secondo me ogni volta che un feticista ha un piede in faccia Dio si spella le mani di applausi e poi si apre una lattina di birra! Dopotutto il rapporto tra desiderio sessuale e corpo femminile è del tutto arbitrario. Non abbiamo alcun libretto di istruzioni e sappiamo bene quanto e come cambiano i canoni estetici nel corso della storia. Lasciamo dunque agli psichiatri stabilire se i comportamenti dei feticisti dei piedi siano patologici o meno, sospendiamo ogni giudizio ed entriamo nell’argomento del giorno che è quello della scrittura dei feticisti in rete.

– In Italia ci sono diversi forum dedicati ai feticisti dei piedi. Lasciando stare i siti a pagamento  (nei quali non so cosa ci sia) direi che i forum vengono usati prevalentemente per condividere materiale “piedo-pornografico” (immagini e video). La scrittura è comunque presente è ha varie funzioni. Innanzitutto fa da supporto alle immagini, potenziandone la carica erotica (spesso sono immagini amatoriali che l’utente presenta agli altri attraverso dei commenti). In secondo luogo serve a condividere opinioni (in parte anche sul fatto di essere feticisti). Ci sono poi molto spesso sezioni nelle quali gli utenti possono condividere le loro storie (storie di esperienze audaci si intende). Questa è ovviamente la parte più interessante, anche perché spesso le storie sono dichiaratamente inventate e nonostante questo trovano un discreto seguito tra gli utenti (sostengo questo sulla base dei numeri di persone che aprono il topic rivelato dai contatori e alle risposte presenti). È dunque chiaro come in questi forum la scrittura sia soprattutto utilizzata per stuzzicare le fantasie degli utenti in modo di favorire “emozioni” più intense e in secondo luogo per conoscere persone che hanno la propria stessa passione. Da non sottovalutare come attraverso la scrittura in questi forum si possa arrivare ad una più chiara conoscenza di sé stessi.

– Per accedere a questi forum occorre iscriversi e poi fare (in una apposita sezione) richiesta di essere ammesso a tutti i contenuti del sito. Io ho dovuto fare così. Dopo un giorno sono stato ammesso. Oggi mi è arrivato un messaggio di un tipo di Bari che chiedeva se avessi foto di sandali. Ha detto di essere sposato, che la moglie aveva dei piedi bellissimi e che sarebbe stato contento di scambiare con me foto di piedi, possibilmente in sandali.

– La maggior parte delle foto che girano hanno come soggetto donne con piedi in primo piano. A volte i piedi sono nudi, altre volte hanno solo calze, altre ancora hanno le scarpe (dei più diversi tipi). Molto apprezzate (da quello che mi è sembrato di capire) sono:

– le foto dove sono visibili le piante dei piedi, specie se viste dal basso con le dita ben visibili;

– le foto dove la donna che mostra il piede sembra avere un atteggiamento di superiorità o proprio di strafottenza,

– le foto dove donne annusano il piede di altre donne (questa piacciono soprattutto se quella che annusa dà segno di non apprezzare la cosa);

– le foto di scarpe e sandali particolarmente usati, specie se sono visibili i segni di usura.

Relativamente ai video non saprei quali sono quelli più graditi perché in tutta onestà non me la sono proprio sentita di guardarli.

Queste (tanto per rendere l’idea del fenomeno) sono alcune delle categorie di uno dei forum che ho visionato per scrivere questo post: Piedi maturi; Piedi giovani; Piedi amatoriali; Piedi di donne afroamericane; Piedi da annusare: tutto ciò che riguarda l’annusamento del piede; Piedi casalinghi; Piedi per la strada; Piedi delle zie: chi ha avuto esperienze piedose con le zie (proprie e degli altri); Piedi che “dormono”; Piedi muscolosi; Sondaggi piedosi; Piedi vintage; Piedi al mare (piedi in vacanza); Piedi in auto (i piedi e le auto); Piedi e disegni; Piedi dall’oriente; Piedi di donne formose; Piedi di celebrità di ex VIP; Piedi solleticati; Piedi sporchi; Scarpe, collant, calzini & Co…

-Le pratiche sessuali sono le più diversificate. Una delle pratiche più curiose, a mio avviso, è il Pedal Pumping, nella quale l’uomo prova eccitazione nel vedere i piedi nudi della donna muoversi sui pedali della macchina, in particolare sull’acceleratore (ma questa della preferenza per l’acceleratore mi sa di cazzata). Fatto sta che se fossi una donna ci farei un pensierino sul frequentare un feticista dei piedi. È uno che non farà che fomentare la sua passione per le scarpe e che non la prenderà mai in giro su come guida la macchina. Vi sembra poco?

Alla prossima ; )

Quello che le donne dicono (in rete) dei loro parrucchieri

Quello che le donne dicono (in rete) dei loro parrucchieri.

Prima di essere accusato di misoginia devo confessare che io vivo con profondo fastidio il rapporto con i parrucchieri e sono solidale con tutte le donne che se ne lamentano. Questo non significa che vi sia sovrapponibilità anche nelle motivazioni che giustificano tale mio fastidio. Anzi, diciamo proprio che ci troviamo sullo stesso fronte come poteva essere per russi e americani nella seconda guerra mondiale: uniti dalla lotta al nemico, ma nello stesso tempo spinti da interessi precipui e visioni del mondo fondamentalmente inconciliabili.

Per me, infatti, il parrucchiere non è colui che taglia troppo o male o costa troppo. Per me il parrucchiere è una figura ambigua che svolge un lavoro dalle forti valenze sessuali che minacciano la mia identità. Affronterò in futuro il motivo della mia insofferenza verso i parrucchieri e questo perché non posso farlo senza narrare alcuni episodi autobiografici che ci porterebbero qui fuori tema. Quello che vorrei tenere fermo è che se per la donna l’odio del parrucchiere si basa su un desiderio inappagato (me sento a disagio co’ sta fratta e te pago perché tu non me faccia sentì a disagio e quando esco mortacci tua so peggio de prima) per me vale forse proprio il contrario: è il terrore di venire appagato che mi causa problemi, perché tale processo avviene tramite il contatto fisico con un altro uomo. Insomma non riesco a smarcarmi dall’idea che la cosa che spunta dal lenzuolo e intorno alla quale il parrucchiere traffica con l’ausilio di terrifici strumenti non sia la mia testa, ma una sorta di immane glande! Se dunque la donna in genere non torna dal parrucchiere se ha avuto un cattivo servizio (cosa che non fa una piega) io non posso tornarci proprio se il servizio è stato soddisfacente, perché significherebbe ammettere che mi è piaciuto quello che mi ha fatto, compresi i suoi pollici che dopo lo shampoo spingono l’asciugamano fino a dentro le mie orecchie nel tentativo di asciugarle. Ma lasciamo perdere me ed entriamo nell’argomento di questo post, che è la rete e il rapporto tra donne e parrucchieri.

Troverete qui di seguito una serie di commenti che ho selezionato con cura da vari forum e piattaforme varie tra cui:

http://it.answers.yahoo.com/  www.alfemminile.com/

www.cosmopolitan.it/

www.parrucchierando.com

www.matrimonio.com

http://capellidifata.it/forum/index.php

 

Per il resto tutto ok

anche la mia parrucchiera capisce bene ma quando ha le forbici in mano non capisce piu’ niente

(zippola)                                       

Gestalt

Millaaaa ank’io k nervi! Infatt una vlt glieli h ftt lasc bagnat , ho dett k andav bn csì e poi li asciugav io, caspita ogni vlt li fanno a fungo!!!

(laura dyanne)

Quando c’è il giorno dei tagli corti

anche io li odio infatti ci vado una volta l anno quando li tagliano corti(invece tu no li vuoi) li ucciderei!!!!

(sharon)

Oltre il danno

Oddio siiiiii!! k nervosooooooo!!! mi sarei messa a urlare!!
poi il bello è ke alla fine ti dicono << ti piaci?>>

(IS love)

Lo sfogo

abbè dai nn ti preoccupare anke a me è successo la stessa cosa mia zia me li ha tagliati anke lei fa la parrucchiera anke io le avevo detto di targliarmi qualke cm e invece me li ha tagliati km a te anke a me veniva da piangere e avevo una grande rabbia dentro ke avrei spaccato tt perkè nn sembra ma sn anni di sacrifici nn è una passeggiata devi sl avere la pazienza ke ricrischino e vedrai ke saranno anke + forti di prima nn arrabbiarti ciao ciao spero di averti tirato un pò su di morale buona serata

(beachgirl)

Se lo dici te

si è vero che scazzo.. a me succede sempre con i parrucchieri italiani e una volta da quello cinese, da quello cinese volevo fare una spuntatina alla fine mi ha acconciato i capeli

(LaiMei86)

Problemi di doppie

figurati. ho vent’anni ma soltanto una votla sono uscita soddisfatta da una parucchiera. per quanto riguarda i tagli poi meno che meno. infatti adesso le dopie punte le taglio da me, me ne sbatto se non le taglio bene.. non riesco mai a far crescere i capelli per quel loro ‘spuntare appena appena’…..tsè.

(veneziana87)

L’inguaribile romantica

non generalizziamo non  sono tutti così ce ne sono molti di bravi parrucchieri forse hai incontrato quello che nn fa per te

(eclissia E)

Quella con la spiegazione in tasca

I parrucchieri amano tagliare

(claudia)

Incesto

 …tutto cio’ xkè nn siete capitate sotto le mani di mio padre e/o di mio fratello….ve l’assicuro!!!!!!!!

(acheropita)

Minacce

dai che ricresceranno più belli di prima ci vuole solo un pò di pazienza e si anche io odio i parrucchieri di solito mi ci portano con la violenza ma lo sanno che….. se sbagliano ,,,,,,,

(babud)

La studentessa di legge

ma se uno si fa accompagnare da un amico che funge da “testimone”, la denuncia si può fare vero?

(raziel91)

Tormentoni (Nel terzo caso non credo si parli di capelli)

Io li odio quando dicono cose tipo:
“questo ti incornicia il viso”
“quest’altro ti da luce al viso”
“questo almeno non ti sbatte”

(fede80)

La coatta

Maaaa… I cazzi loro?! Mai?

(yukina)

La filosofa

 … sono sotto shock… tra il midollo dei capelli e la pettinatura surreale bassa, siamo messi bene eh?
la cosa peggiore è che siamo portati a prendere per vero ciò che ci dice un parrucchiere, a non metterlo in discussione…

(rosazzurra)

Definizioni improbabili

 qua scatta il romano: perché vojono li sordiiiii!!!! p.s. sordi= soldi , non menomati acusticamente XD

(raziel 91)

Terrorismo psicologico

Di solito quando vado dal parrucchiere non gli dò confidenza

(lenalee)

Medicina popolare

Molte persone non capiscono che il parrucco non è un medico  Una mia amica perde i capelli a mazzi e ovviamente mica va dal tricologo o fa gli esami del sangue, ma va dalla parruchiera del paese.

(carosio)

: (

Il mio parrucchiere di solito non prende iniziative personali, però ogni volta che vado contrattiamo sui cm e lo vedo sempre più depresso…

(liblù)

La Psicopatica

La mia parrucchiera è bravissima, l’ho trovata nel 2002 dopo aver abbandonato tutte le altre. Si chiama BlackJade e fa tutto quello che le chiedo

(blackjade)

Zolfa Madonna

Dalle vostre risposte vedo che non solo il mio è uno schizzato! A parte il fatto che mi vede ogni tre anni x una leggera spuntatina, è sempre la solita zolfa “che bei capelli che hai… cero però sembri la madonna addolorata!”

(lost lenore)

Quella che un giorno ha aperto gli occhi

io non vado dal parrucco da anni e non voglio tornarci mai più, se possibile! anni e anni di consigli sbagliati e stupidi..che ingrassavano solo le loro saccoccie, mi hanno fatto gridare basta

(yu)

Mani (E pensare che c’è chi si impressiona per delle banali stimmate)

Ovvio nn vale per tutti i saloni, ci sono parrucchiere che al posto delle mani hanno miracoli…

(dark nurse)

Distanze generazionali in centimetri

quelli che ti dicono:”fai questo trattamento è tutto naturale e non fa male al capello” e poi ti ritrovi con i capelli bruciari e una settimana dopo sei costretta a fare un taglio di 1 cm circa per non sembrare tu nonna!!!

(macheneso1)

Idealismo

Comunque ricresceranno, più forti di prima!

(AM)

Yukina, la coatta di prima

E non solo, ho speso 10 euro in più non si sa per quale Dio.

(yukina)

Stranieri che si vogliono sentire utili

non sono italiana, ma RIEVOCARE significa imembrare, ricordare, mentre REVOCARE si usa nel sentido di togliere qualcosa in maniera ufficiale

(loreyann 1)

La Devota

 ma cos’hanno contro la madonna addolorata??

(esmeralda)

La Scettica

un parrucchiere una volta mi disse che fare la tinta nel periodo che si aveva il ciclo…era sbagliato perchè i capelli si rovinavano il doppio e che era più difficile ottenere il colore che si desiderava—-ancora oggi mi viene il dubbio

(mar)

Saramago?

Praticamente era il giorno prima di una festa del paese, la parrucchiera ha lasciato aperto per sbaglio quella specie di fornetto per la disinfezione delle spazzole, e tutti i presenti il mattino dopo si sono svegliati con gli occhi chiusi. Io avrò avuto 12-13 anni, mi sono spaventata un casino (potete immaginare l’incubo di svegliarsi e non riuscire ad aprire gli occhi), ovviamente abbiamo capito cosa fosse stato solo dopo che si è sparsa la voce perché quelli colpiti erano gli stessi che c’erano il giorno precedente al salone. Ovviamente non abbiamo fatto nulla, né denuncia né niente, perché la poveretta della parrucchiera non l’aveva fatto apposta e anche lei si era ritrovata accecata..

(monichella)

Quella col fidanzato che il sabato si droga

La volta successiva invece ho usato un detergente bio fac totum che mi aveva dato la dermatologa (lo si trova anche in parafarmacia) a ph acido (4) e anche qui ho il colore intenso lucido e luminosissimo. Fa conto che l’ho fatto il 25 di maggio e ancora persiste parecchio anzi il mio ragazzo sabato mi ha chiesto se lo avevo rifatto perchè secondo lui era sgargiante.

(usagi)

La chimica (questa è la mia preferita)

Il polivinilpirrolidone non è un silicone…è un polimero fissante, in ogni caso fa un po’ schifetto

(janedoe)

Quella col fidanzato con l’alopecia che vorrebbe confessare un terribile segreto

una ragazza che conosco ha un fidanzato con problemi di alopecia.ebbene lei si lamentava perchè lui non voleva mttere in pratica il consiglio che lei aveva ottenuto dal suo parrucchiere: visto che la cadua dei cpelli dipende dagli ormoni maschili, la soluzione era SCIOGLIERE NELLO SHAMPOO LA PILLOLA ANTICONCEZIONALE!!!! gli ormoni femminili avrebbero aiutato la ricrescita.favoloso no?

(lem)

La stronza

Mia madre praticamente non si lava MAI i capelli a casa (a meno che non siamo al mare). Se si sporcano, va a fare la messa in piega. E magari anche il colore, se inizia a vedersi la ricrescita bianca.
Voglio tanto bene a mia madre, ma ciò non toglie che in testa abbia un covone di fieno

 (vivianjones)

 

Considerazioni sparse

1 I parrucchieri tagliano troppo. La stragrande maggioranza parte dei commenti verte intorno a questa considerazione. Poi abbiamo (in ordine di frequenza) parrucchieri che tentano di vendere prodotti discutibili a prezzi esorbitanti; parrucchieri disonesti in altri vari modi; parrucchieri calvi visti con diffidenza; parrucchieri modaioli visti con diffidenza; shampiste che usano acqua troppo calda; testimonianze di scempi sulla testa di bambine che spesso piangono davanti a madri glaciali; storie di fumo che esce dalle piastre; storie di nonne che nonostante gli anni hanno capelli bellissimi e folti perché mai venute in contatto con prodotti chimici e piastre moderne; storie di nonne che avevano capelli bellissimi perché mai venute in contatto con prodotti chimici e piastre e che poi ci vengono in contatto una volta e si ritrovano spelacchiate.

2 Mi ha stupito l’esiguità delle persone che si lamentano di non aver avuto la ricevuta fiscale dopo aver pagato.

3 Sembra esserci uno strabiliante numero di ragazze che va dal parrucchiere senza occhiali o senza lenti. Non è una battuta, è una frase ricorrente nei commenti di chi si lamenta del lavoro del proprio parrucchiere. È talmente ricorrente che mi sono convinto che non sia assolutamente vero questo fatto. Secondo me le ragazze vedono e si rendono conto di quello che le stanno facendo, ma non hanno il coraggio di protestare o comunque hanno fiducia che il risultato finale possa soddisfarle, in sostanza hanno bisogno di credere. Se i loro sogni vengono mortificati si sfogano in rete.

4  Se il salone del parrucchiere è il regno del pettegolezzo, dove il titolare detiene il potere, i forum in retene sono la perfetta controparte. Questi forum spopolano e sono frequentatissimi. Su www.parrucchierando.com (sito per parrucchieri/e) se ne sono accorti e cercano di arginare il fenomeno. In una sezione deridono i clienti riportando le richieste più bizzarre che gli sono state fatte. Molte di queste non fanno ridere se a leggerle è un non parrucchiere.

5 C’era un parrucchiere a Pisa che si chiamava Joe Chicago e che pare fosse uno che sapeva il fatto suo.

6 Sul sito http://capellidifata.it/forum/index.php molte delle utenti hanno come immagine di profilo foto di loro di spalle che ostentano foltissime chiome. A meno che non siate il cugino Itt della famiglia Addams vi assicuro che la sensazione che si prova è piuttosto angosciante.

7 Se su capellidifata ti tagli i capelli da sola sei considerata una che ce l’ha fatta.

8 Non ho capito perché usare Yahoo answer aprendo un topic che si chiama:”odio i parrucchieri”.

9 Non ho capito perché usare Yahoo answer.

10 Se scrivi “effetto ananas” per descrivere un taglio di capelli nessuno ti chiederà delucidazioni.

Buon taglio a tutte!!!