Post automatico per 10000 visualizzazioni raggiunte.

Questo POST non l’ho scritto io. È un post che WordPress PUBBLICA A PAGAMENTO in automatico una volta raggiunte le DIECIMILA visualizzazioni, cosa che a TIBTEN è accaduto OGGI, 20 Dicembre 2012, SAN PIO DA PIETRALCINA, con un giorno di anticipo rispetto alla PROFEZIA MAYA. Per la precisione non è del tutto vero che non l’ho scritto io, non è vero nemmeno che festeggiamo il sanguinolento bucherellato, la realtà è un po’ diversa, specie rispetto quella confessionale, adesso cerco di spiegarmi però.

Si tratta di un nuovo servizio di WP, che genera un POST per questo tipo di traguardi. FICO no? Lo sarebbe, se non fosse che TALE E QUALE POST – che assicurano essere personalizzato per ogni BLOGGER – altro non é che una SERIE A di frasi senza senso composte prevalentemente dai TAG più usati dagli utenti in RETE in questo 2012. Fortunatamente la pagina ti viene inviata prima tramite INSTAGRAM, in modo che tu la possa ROTTAMARE, ma… TOMTOM!!! Tutte le TAG, in maiuscolo, non possono essere cancellate!!! Quindi, come potete notare, ho cercato di salvare il salvabile, non sono certo BATMAN io, né tantomeno MONTI, né OBAMA, RIHANNA, il PULCINO PIO o i PIEDI Di GEPPY CUCCIARI, ma mi ritengo abbastanza fortunato ad esser riuscito a piazzare poco sopra la compagna di BALOTELLI senza farvene accorgere e senza cedere allo STRESS e dovermi poi iscrivere al CLUB DOGO dove pare non si faccia altro che giocare a PES tutto il SANTO PADRE giorno su TWITTER.

Spiegato il perché di alcune stranezze in questo post posso VENIRE al CAZZO di punto e chiudere la BOCCA. Non potete immaginare, MARÒ, quanto è difficile cercare su GOOGLE di dare UN SENSO A QUESTA STORIA dovendo pensare allo SPREAD che incombe, alla GRECIA, alla CRISI, agli SCAZZI, al BOSONE DI HIGGS, alle PRIMARIE PD, al TERREMOTO IN EMILIA e, come se non avessero sofferto abbastanza, anche al CONCERTO PER L’EMILIA, con tanto di LIGABUE, LAURA PAUSINI INCINTA?, le TETTE DI LAURA PAUSINI, LUCIO DALLA, MADONNA, i CANI UCRAINA, CR7, e RAFFAELLA FICO (sì, ci sta pure con il nome nella pagina che mi ha inviato WP), mancava solo SANDY purtroppo.

Certo, potevo essere meno CHOOSY, fregarmene, salire sul PULLMAN di RENZI con iCALAMARI, SARA TOMMASI UFO e SOMEBODY THAT I USED TO KNOW, guidare su un prato FIORITO, investendo CICLISTI, SALVACICLISTI e GRILLINI, compreso FAVIA anche SEL lo hanno cacciato da XFACTOR. Ma io l’IPHONE 5 non ce l’ho, la SPENDING REVIEW ha per me 50 SFUMATURE DI GRIGIO di troppo e credo che nemmeno quel PORCELLUM di SCHETTINO l’abbia capita, anche se l’IMU sulla COSTA CONCORDIA al GIGLIO io gliela farei pagare al VATICANO.

Dunque ho preferito così, nonostante il FIGLIO DELLA FICO mi abbia davvero frantumato i COGLIONI, nonostante l’AUMENTO DELL’IVA e dell’ILVA abbia messo alle corde questa REPUBBLICA.IT FONDUTA sul LAVORO, ho preferito tentare di adattare questa pagina con l’intenzione di ringraziare tutti gli AMICI DI MARIA che ci sono passati in questi 6 mesi cliccandoci ben diecimila volte.

SULCIS in fundo, basta con queste TAG, basta con FRIZZI e lazzi, con EQUITALIA e MORA, con FARFALLINA e MOROSINI, basta con pure con TAV e NO-TAV, BUON COMPLEANNO a chi fa I MIGLIORI ANNI e BUON NATALE a tutti gli altri.

dieci

Annunci

Zucchine con mix di wurstel e scamorze biologiche al sentore di pangrattato romano.

Non vi avevo detto mai che la cucina è una dei miei grandi hobby, ancor più della sala hobby (ok iniziamo male)

Ecco comunque  a voi una delle mie ricette: le mie famose zucchine con mix di wurstel e scamorze al sentore di pangrattato romano! Provatela e fatemi sapere cosa ne pensate, mi raccomando!

Ingredienti per 4 persone in su:

5 Kili di zucchine romane;

12 wurstel cicciotti;

2 scamorze affumicate romane;

7 pomodori;

21 uova sode;

3,5 grammi di pangrattato romano;

15 cipolle rosse di Tropea;

1 ramo di alloro romano;

3 litri e mezzo di Olio extravergine, possibilmente di oliva, di semi, di girasole… sennò improvvisate;

Tempo di cottura: dai 30 minuti alle 13 ore.

Difficoltà: estrema.

Abbinamento: qualsiasi liquido non letale.

Prendete le zucchine romane e lavatele con cura possibilmente usando acqua e sapone, poi tagliatele a rondelle. Prendete le cipolle, sbucciatele, tagliatele a rondelle, poi mettetele in una padella che avevate messo preventivamente sul fuoco per via di un sogno che avete fatto nottetempo. Buttatevi adesso sui pomodori e tagliateli con foga a rondelle. Lanciate da una distanza di almeno tre metri rondelle di zucchine e pomodoro. Ad ogni rondella di zucchina deve seguire una rondella di pomodoro e viceversa. È molto importante, al fine della riuscita del piatto, accompagnare ogni tiro con un grido a vostra scelta, ma badate bene che se indossate Hogan la distanza di lancio non può essere inferiore ai  6 metri. Se le dimensioni della vostra cucina non vi consentono di rispettare una tale distanza cambiate cucina, oppure toglietevi le Hogan possibilmente per sempre. Spolverizzate ogni tanto a piacere con abbondante sale marino e quando nella padella siete riusciti a infilare abbastanza cose abbassate la fiamma. Prendete adesso i wurstel. Vi consiglio di utilizzare wurstel di pollo, ma quelli di tacchino o di maiale vanno bene allo stesso modo, basta che siano 12. Potete pure fare 4, 4 e 4, nessuno lo noterà, ma di solito le confezioni di quelli cicciotti sono da tre quindi ve lo sconsiglio per una questione prettamente matematica. Prendete comunque tutti i 12 wurstel, mondateli dalle loro naturali impurità, asciugateli con un panno elettrostatico e tagliateli a listarelle. Poi tagliateli a dadini, infine strizzateli bene, passateli in una scodella con latte, farina, uova, cannella, cumino, aglio sminuzzato, succo di papaia e Badedas, poi tagliateli a rondelle. Prendetevi adesso del tempo per voi e quando ne avrete davvero voglia mettete i wurstel in padella insieme alle due scamorze biologiche affumicate  intere. Lasciate in cottura una trentacinquina di minuti, poi aggiungete i 3,5 grammi di pangrattato romano, il ramo di alloro romano e due litri d’olio. Fate attenzione perché adesso, questione di secondi, non dovreste essere più in grado di riconoscere alcun ingrediente. Questo sta a significare che la cottura è ultimata. Servite il tutto su grandi piatti da pizza di quelli con le vedute di Napoli o con Pulcinella e utilizzate le uova sode, che a questo punto avrete da voi di certo tagliato a rondelle, per decorare a vostro piacere e rendere questo piatto, la cui leggerezza ed equilibrio ben si adatta a qualsivoglia stagione, ancora più stuzzicante.

p.s. dopo le prime volte andate diminuendo con le quantità di zucchine e pomodori progressivamente a quanto migliorerà la vostra pallacanestro.

Buon appetito!

Rondelle tipo

Rondelle tipo

“Porno la Mussolini con negro”

Se avessi saputo che WordPress ti mostrava le esatte parole digitate su Google dalle persone che sbarcano sul tuo blog avrei aperto un blog molto tempo fa. Ho già scritto un post a riguardo, spinto dal gran numero – e dalle grandi risorse lessicali – dei feticisti del piede, dei quali, a causa di questo post (molto divertente tra l’altro), posso vantare una decina di esemplari circa al giorno che arrivano su Tibten.

Stavolta mi concentro su altre 5 ricerche molto singolari che da qualche giorno stuzzicano la mia fantasia. Per l’occasione mi sono divertito a mio volta a provare a digitare su google queste frasi e vi riporterò anche un feedback dei risultati principali ; )

1 “porno la mussolini con negro” Che frase! Chi può avere interesse a cercare una cosa del genere ammesso che esista? Quel “con negro” (come fosse un accessorio) sta ad indicare che trattasi di una persona di non proprio larghe vedute. Ma allora perché tirare in ballo Alessandra Mussolini? Desiderio o livore? Semplice curiosità? Google non fornisce grandi risposte nonostante i tanti risultati (4160000)… chissà…!

2  “cosa porta da bere alfred tutte le mattine a bruce wayne quel bicchiere verde” Questa ricerca non so a voi ma a me mette tenerezza, sembra quasi una domanda che una persona potrebbe fare ad un suo amico. È poco adatta ad essere utilizzata come chiave di ricerca ed infatti digitandola su Google non si arriva a molto, solo 98 risultati di cui Tibten è il sesto.

3 “qualcuno di voi ha fatto uno stage in findus?” Per la serie quando la realtà supera la fantasia. Nel mio primo post ironizzavo su uno stage in Findus e potete immaginare le risate che mi sono fatto quando è comparsa questa frase nella lista delle chiavi di ricerca. Anche qui l’utilizzo del servizio è improprio, proprio non si capisce a chi si rivolga l’utente che ha dato in pasto a Google tale domanda. Essendoci la parola stage, però, i risultati sono stati numerosissimi, 63100000, e, anche se a prima vista non si parlava di Findus non diffido del fatto che l’utente abbia trovato quello che cercava o qualcosa di comunque utile. Ah, il fascino del Capitano!!!

4 “foto di cazzi coreani” Perché? Perché? E ancora perché? 212000 risultati su Google. Che ci sia un interesse scientifico dietro questa domanda?

5 “è quello della lola sesso” Qui temo che la scienza non ci possa venire in aiuto…ci sono cose domande, dopotutto, delle quali è forse meglio non conoscere le risposte… nemmeno quelle che ti darebbe comunque Google!

Il Buce in una delle sue pose classiche