COSA HA VERAMENTE DETTO RATZINGER

Carissimi, ebbene sì, il Papa si è dimesso! Purtroppo questo evento è stato totalmente mistificato dai media ufficiali, del tutto asserviti ai poteri forti, che hanno tradotto il comunicato latino a dir poco liberamente. In esclusiva per Tibten, però, qui potete trovare il comunicato del papa nella sua traduzione LETTERALE. Confrontate i due testi e ditemi se non è scandaloso quello che ci propinano!

 

Il comunicato del Papa così come è stato riportato dalla stampa.

«Carissimi Fratelli, vi ho convocati a questo Concistoro non solo per le tre canonizzazioni, ma anche per comunicarvi una decisione di grande importanza per la vita della Chiesa. Dopo aver ripetutamente esaminato la mia coscienza davanti a Dio sono pervenuto alla certezza che le mie forze, per l’età avanzata, non sono più adatte per esercitare in modo adeguato il ministero petrino. Sono ben consapevole che questo ministero, per la sua essenza spirituale, deve essere compiuto non solo con le opere e con le parole, ma non meno soffrendo e pregando. Tuttavia, nel mondo di oggi, soggetto a rapidi mutamenti e agitato da questioni di grande rilevanza per la vita della fede, per governare la barca di san Pietro e annunciare il Vangelo, è necessario anche il vigore sia del corpo, sia dell’animo, vigore che, negli ultimi mesi, in me è diminuito in modo tale da dover riconoscere la mia incapacità di amministrare bene il ministero a me affidato. Per questo, ben consapevole della gravità di questo atto, con piena libertà, dichiaro di rinunciare al ministero di Vescovo di Roma, Successore di San Pietro, a me affidato per mano dei Cardinali il 19 aprile2005, in modo che, dal 28 febbraio 2013, alle ore 20,00, la sede di Roma, la sede di San Pietro, sarà vacante e dovrà essere convocato, da coloro a cui compete, il Conclave per l’elezione del nuovo Sommo Pontefice». «Carissimi Fratelli, vi ringrazio di vero cuore per tutto l’amore e il lavoro con cui avete portato con me il peso del mio ministero, e chiedo perdono per tutti i miei difetti. Ora, affidiamo la Santa Chiesa alla cura del suo Sommo Pastore, Nostro Signore Gesù Cristo, e imploriamo la sua santa Madre Maria, affinché assista con la sua bontà materna i Padri Cardinali nell’eleggere il nuovo Sommo Pontefice. Per quanto mi riguarda, anche in futuro, vorrò servire di tutto cuore, con una vita dedicata alla preghiera, la Santa Chiesa di Dio».

Quello che in realtà ha detto Benedetto XVI

«Carissimi, (alzandosi e battendo con il coltello sul bicchiere) un attimo de silenzio per favore… Se v’ho fatto venì qui oggi non è certo pe ‘sti tre stronzi. (applausi) Ve pare che ve facevò venì fino a qui pe i 3 martiri de Otranto? (applausi e risate in latino) Cioè me volete dì che ce sta qualcuno così cojone da essece cascato? (silenzio) Cioè… i martiri de Otranto? Manco sul calendario stanno… che lì c’avemo messo de tutto… certo che ve le bevete proprio tutte le (espressione latina non traducibile).

In realtà io oggi c’ho da divve’na cosa seria (risate) no no… che cazzo ve ridete? so’ serio! (risate convulse) Possibbile che non se po’ esse seri ‘na vorta? (risate e applausi e volo di alcune confezioni di grissini). Vabbè vaffanculo… Nun se po’ mai esse seri co voi eh? Insomma… Ieri alle 4 de matina stavo a casa dopo a festa de Bertone (fischio dalla sala) sì bella pe’ te Tarcì… ‘mo statte zitto però e famme parlà… Insomma ieri erano e 4 e me ne stavo davanti a o specchio e me dicevo “a Giusè, a Giusè… c’hai 85 anni, stai cotto de Splugen, c’hai i coriandoli in mezzo all’ascelle e i tacchi t’hanno sderenato i piedi … ma quanto poi annà avanti così? Qua va a finì che fai a fine der polacco” Ecco… io ieri, davanti a o specchio, ae 4 de matina, dopo a festa de bertone me so’ detto…me so’ detto che a fine der polacco io nun la vojo fa! (silenzio)

Mo però non ve la piate a male eh! Finché c’era da scherzà amò scherzato, e cazzate nostre l’avemo fatte e ce semo pure divertiti, specie io che me so’ reso conto d’avecce più cappelli de calzini. Ce volevano toglie er crocifisso da le scole (risate) ce volevano fa pagà l’IMU (applausi e risate) volevano fa sposà li froci (fischi e grida)… e che hanno fatto? (grida disarticolate)… l’altro giorno Tarcisio ai froci gl’ha detto che so’ disumani… chiaro e tondo… disumani, ma che volete de più? Avete sentito qualcuno dire A? Arzà la mano? protesta? Cioè… io ve sfido a trovà n’artro papa che ha fatto tanto, no, ve sfido, ditemelo! Nessuno! Voo dico io, nessuno… Solo che nn gliela faccio più, davero, sto a pezzi… posso mica andà avanti a Moment tutte le matine? Oh, niente de personale eh! non ve la pijate ammale adesso… o faccio per voi… dopotutto ve sarete pure rotti er cazzo de sentivve i kraftwerk pe colpa mia quando me pja l’ubriacatura molesta. Poi  pensate n’attimo a come ve se prospettava s’sto febbraio tra Sanremo e elezioni! Per non parlà della Roma, lasciamo perde, alzamo un velo pietoso, tre fischi pure dalla Sampdoria, lasciamo perde……

Mi dovreste ringrazià dopotutto. Mo ve fate sta buffonata der  Conclave come ai vecchi tempi, ‘na bella chiusa Open Bar come Dio comanda, tutto a sbafo. Volete stacce na settimana? Un mese ? Ma statece pure un anno dico io! Che cazzo ve frega? Paga Pantalone! (applausi) Poi quando uscite se annamo a fa na pizza ar biondo tevere come ‘na vorta e vaffanculo al mondo e a chi ce vo’ male! (applausi)»

Immagine

Annunci

Bersani, Flaiano, Schnitzler, talloni. Sull’importanza di fare delle scelte.

Nel mondo succedono ogni giorno moltissime cose. Sarebbe bello parlarne. Sarebbe bello discutere di politica, di economia, di attualità. Potrei parlare di culture lontane, di personaggi storici, di filosofia ed arte. Potrei trattare uno di quegli argomenti che finiscono in prima pagina su WordPress, argomenti importanti come le scommesse sportive, il fanatismo cattolico antiabortista, gli UFO o l’identità sarda. Questi sì che sarebbero argomenti di cui varrebbe la pena parlare. Potrei persino fare un post sulle primarie. Oppure potrei parlare di me, di quello che sono, di quello che faccio, raccogliere quei pensieri che mi assalgono mentre me ne sto solo davanti al mare, schiacciato dal rumore delle onde, a osservare il lento incedere di uno scarafaggio controvento. Oppure potrei scrivere ricette, consigliare outfits, dare dritte sui centrotavola o confezionare velenose stroncature di presepi viventi . In questi giorni sto leggendo “Tempo di uccidere” di Flaiano e sto notando quanti elementi in comune abbia con “Fuga nelle tenebre” di Schnitzler. Il ruolo centrale della malattia innanzitutto, la ricerca ossessiva dei sintomi in sé e sul proprio corpo ma soprattutto negli altri, attraverso gli altri, all’esterno: nei café (Schnitzler) o al mercato (Flaiano); come a ricordare che la malattia altro non è che un processo, un processo eminentemente sociale. La malattia vissuta come stigma e la perdita inesorabile della vita (vita sociale prima ancora che biologica) che i protagonisti dei due romanzi incontrano –cercano – proprio nella speranza di sfuggire ad una malattia – all’idea di una malattia – che arrivano a vedere ovunque (vedere soprattutto per Schnitzler considerando quanto ritorna il tema dell’occhio e dello specchio). Ecco potrei sistemare questi appunti confusi e scriverci un post. Ma poi penso che di solito i termini di paragone sono tre e a me un terzo libro non viene in mente, per non parlare del fatto, poi, che quello di Flaiano non l’ho nemmeno finito. Potrei insomma fare un sacco di cose, ma come farle, se poi apro wordpress e tra le chiavi di ricerca delle persone arrivate su Tibten  trovo tallone creature istruzioni? Tutto davanti a questo perde di significato, diventa banale, obsoleto. E se poi considerate che vi figurano anche paciugosi piedi? Con che faccia potrei dedicarmi all’Amazzonia? E dove lo mettiamo filmati bei piedi pagare il piè di uno che odora i piedi? Come parlare di primarie, di votazioni, di Bersani se qui c’è da stabilire che ruolo abbiano ben due paia di piedi e un piede singolo? Chi paga? Chi annusa? Chi filma? Perché pagare il piede di uno che odora altri piedi? E poi, quello destro o quello sinistro sovvenzioniamo? Vi sembrano domande oziose? Considerate che tra le chiavi di ricerca figura anche a milano dove andare a leccare i piedi prima di esprimervi e vi inviterei a ponderare anche si spella il mignolo del piede foto già che ci siamo! Siete disgustati? Incazzati? Tranquilli, ho una chiave che fa per voi, che cade a fagiolo: insulti per un feticista del piede. Tutto torna no? E adesso, prima di lasciarci un ultimo ringraziamento di cuore, un ringraziamento davvero speciale da tutta la redazione di Tibten a chi ha digitato su Google quanti incesti in italia porno. Sentiamo di dirti grazie, soprattutto per quella parolina finale con la quale hai elegantemente chiosato e fatto intendere al motore di ricerca che a te della botanica non te ne poteva fregare di meno. Grazie a nome di tutti, speriamo che tu possa passare un sereno Santo Natale insieme a tutta la tua famiglia.

Se vi è piaciuto questo post cliccate anche….

 QUI                                   E                    QUI

scara

Il sesso è tabù, la sessualità è ok. Quello che Google non vuole farci vedere.

Il titolo di questo articolo racchiude un po’ il senso di come “ragiona” la funzione completamento automatico di Google.  Da qualche tempo, infatti, Google ha sviluppato questo servizio, un algoritmo che si attiva durante la digitazione ed è in grado di prevedere e visualizzare le query di ricerca in base alle attività di ricerca degli altri utenti e ai contenuti delle pagine web indicizzate su Google. Tradotto in soldoni è quel meccanismo che vi consente di schiacciare una F e leggere sulla barra Facebook, schiacciare la Y e vedervi suggerito Youtube, digitare “Nie” e vedervi apparire il modo corretto di scrivere il nome di un famoso filosofo tedesco.

Trattandosi di un algoritmo, di una cosa fredda insomma, questa funzione si basa su numeri e non sul valore. Quantità dunque, non qualità! Per questo non meravigliatevi se Stefano Mauri viene prima di Stefano Benni, la Gerini prima della Cardinale, Vacanze di Natale molto prima di Vacanze romane mentre sognare topi o serpenti precederà sognare di essere incinta

Penserete che è ok, che non vi è nulla di strano, che è il mercato che fa le leggi e queste bisogna accettarle facendo buon viso a cattivo gioco. E invece non è così. O almeno non è sempre così. Questo liberalissimo strumento tanto liberale non lo è, perché, di fatto, c’è tutta una serie di parole che non vi verranno mai suggerite. Non è che ho scoperto l’acqua calda. Google afferma in maniera esplicita che vengono escluse un gruppo limitato di query di ricerca a contenuti pornografici, di violenza, di incitamento all’odio e relative alla violazione del copyright.

Come funziona questo filtro? Mentre digitate vi appariranno suggerimenti diversi a seconda di quello che state scrivendo, ma se incappate in query non gradite Google smetterà di suggerirvi alcunché e vi lascerà soli. Insomma Google vi assiste fino a POR- con portaportese, porta di roma, porta dello studente, ma se aggiungete una N, digitando PORN, ecco che si ammutolisce. Stessa cosa accade con BOCCHIN (con buona pace di Italo), con SCOPAR, con MERDA, con ORGAS. Il tabù dell’incesto paralizzerà Google a INCES, quello del latino a FELLA, l’igienismo a SCOPA, mentre se desiderate sapere qualcosa sul sesso di gruppo sappiate che non andrete oltre Orgoglio e Pregiudizio (che coincidenza eh?).

Certo possiamo ragionare su quanti preziosi bambini vengono ogni giorno tutelati con questo meccanismo, considerare che purtroppo nel mondo esistono un sacco di laziali o consolarci al pensiero che Madonna di Campiglio dà una pista alla Madonna di Loreto (una pista… )

Eppure ci sono altre cose che non mi tornano. L’ipocrisia, innanzitutto, o la modernità se volete, di questa funzione che omette di rendersi complice di quello che trova disdicevole, fatto che non preclude, però, la fruizione del servizio. Se scrivo PORNO e schiaccio ENTER non è che Google non completi la ricerca. Il servizio me lo offre ugualmente, solo, come dire, se ne lava le mani, si gira dall’altra parte.

L’assurdità di vedere cancellate parole di uso comune come vibratore o pedofilia o scopare, sintomo della percezione di internet come luogo di perdizione e peccato. L’assurdità di ritenere possibile la sessualità senza il sesso. Il fatto che molti personaggi vengano ignorati, come Ilona Staller (alias Cicciolina) eletta democraticamente nel 1987 in libere elezioni in uno stato libero, ma indegna di figurare tra le cose che potrebbero interessare un utente di Google, forse perché ritenuta capace di deviarne la moralità o, come credo, semplicemente colpevole di poter macchiare l’immagine di una società che deve mostrarsi friendly a tutti i costi e non perde mai occasione per farlo.

In quest’epoca nella quale spesso si considera reale qualcosa o qualcuno a partire dalla sue presenza sulla rete e non viceversa certe dinamiche fanno riflettere…

Subdoli nasoni EBREI: Stormfront cap. 1

Stavolta è diverso…

Ho raccolto frasi da Anobii, dal blog di Beppe Grillo, da Trip Advisor, dai siti su extraterrestri frequentati da compottisti e studiosi della Bibbia fai da te, ho raccolto persino frasi di vegani, asessuali, scatenatissimi feticisti del piede o frasi di fan di Berlusconi, ma ho sempre precisato che non era mia intenzione utilizzare le frasi raccolte per esprimere un giudizio qualitativo sul fenomeno analizzato. Le frasi fanno ridere ok, sono simpatiche, i titoli che utilizzo sono più o meno divertenti (evidentemente un po’ forzano il senso a volte), ma tutto qui. Sarebbe assurdo screditare un movimento partendo da una arbitraria selezione di frasi scritte dagli utenti che ne frequentano il sito di riferimento! L’ho spesso specificato ed ho sempre invitato a leggere le frasi raccolte più con un’attenzione al rapporto tra utenti e scrittura in generale che come un modo per comprendere un dato fenomeno. Questo non significa che mi sono nascosto (i titoli di alcune frasi sono più che eloquenti) ed inoltre in alcuni post ci sono riflessioni più o meno articolate nelle quali non mancano critiche ben precise (ad esempio nel caso del Movimento 5 Stelle).

Stavolta è diverso però… perché di fronte a tanta idiozia, di fronte alla negazione dell’olocausto, di fronte al razzismo più bieco di chi crede nella superiorità genetica e morale della razza bianca, di fronte a chi crede nella legittimità e necessità di leggi razziali, nel rogo dei libri non conformi… insomma di fronte a chi si riconosce nel nazionalsocialismo tedesco e crede che Hitler sia stato il più grande uomo bianco nella storia… beh,  non c’è discorso che tiene. Considerate dunque le frasi raccolte come un monumento alla stupidità, alla grettezza, a quello che vi pare… leggetele, fatele girare, ragionateci su e ditemi la vostra.

Il sito dal quale sono state raccolte è Stormfront, un sito americano (io mi sono occupato del forum italiano) fondato da un ex membro del Ku Klux Klan che vanta di essere la più grande piattaforma di bianchi identitari che promuovono l’orgoglio bianco. Stavolta mi sono concentrato unicamente su quella che loro definiscono “la questione ebraica”, ma credo che farò uscire altri post a riguardo di questo bel sito… sempre che non lo chiudano prima, cosa che in realtà mi auguro con tutto il cuore che avvenga.

Leggete con attenzione le frasi ma, attenzione, sono solo per chi ha uno stomaco forte!

 

La banalità del male

Io mi batterò in tutti i modi che mi sono possibili x far capire che gli ebrei sono il male assoluto

(Joeyskingirl)

Ultime da Auschwitz

Per gassare sì, ma i parenti prossimi dei giudei: i loro pidocchi.  Ultime da Auschwitz.

(NP)

Acronimi

Se tutti vedessero questo video, capirebbero quanti sono vigliacchi e luridi questi esseri. ALL JEWS ARE BASTARDS.

(AJAB)

Uso delle fonti

Ma dobbiamo sempre ricordare ai signori nasoni queste parole? “È successo una volta, può succedere ancora”

(Ulfgrim)

La deduzione

I veri motivi per cui l’ebreo ha lasciato sono a noi oscuri, ma possiamo star certi che l’ebreo l’ha fatto per interessi ben definiti che non conosciamo

(Complottogiudaico)

Ironia antisemita

…la foto di Rabbi Caccola è meravigliosa…

(Biomirko)

Piccoli passi

L’apartheid evita che ci sia meticciato fisico e culturale. Ovviamente non è la soluzione definitiva, ma è un passo necessario in attesa di espellere tutti gli extracomunitari. Del resto, anche gli ebrei sono passati prima dal ghetto e poi dai campi.

(DeathMask)

Piccola lezione di antropologia culturale

l’uomo bianco ha inventato cose PRATICHE pechè legato alla sua terra: l’aereo, il cinema, il treno, l’automobile ecc. l’ebreo ha sparso il veleno disgregatore delle IDEE ASTRATTE poichè il loro popolo è ASTRATTO(senza terra) così come il loro DIO che non ha forma fisica come quello cristiano, di conseguenza l’ebreo ASTRAE tutto e sovverte il mondo CONCRETO su cui era basata la società europea!

(Comploto giudaico)

Cit.

La shoah è una cagata pazzesca!

(Blutfahne1970)

Memoria storica

se vai in metro senti ragazzini di 11-12 anni c’hanno sempre negro di merda in bocca, è salutare dire ebreo o rabbino si è perso invece, misà che ora non sanno manco cosa significa, ce l’hanno fatto dimenticare!

(edjursuna)

L’identikit

cos’è un ebreo? una allogeno, sei volte geneticamente distante da noi, di sangue semita, propenso a idee bolsceviche impresse nei suoi geni in seguito a secoli di “persecuzioni”(meritate), , quindi, un parassita della società sovversivo… ecco cos’è un ebreo….

(Complottogiudaico)

Omino Bianco potenzialità infinita

Per indebolirci i giudei hanno promosso l’egualitarismo incitando al meticciato con le razze “scure” per annullare le infinite potenzialità della razza bianca.

(Rivoluzione bianca)

Piccola lezione di storia della psicanalisi

La teoria psicanalistica di Freud per esempio deriva dalle perversioni sessuali degli ebrei , rinchiusi nell’endogamia dei ghetti per secoli.

(Westernationalist)

Contestualizzare il problema

Eh no…Se per liberarci dalla Plutocrazia giudaica devo ammettere nella MIA società NEGRI, Musulmani, Magrebini e tutta l’altra feccia mi tengo gli EBREI, che almeno li conosco

(Mediolanum)

Indizi

questo non signifca che se uno ha quei cognomi è al 100% ebreo ma ha un alta probabilità di esserlo, inoltre se è “pieno di soldi” e abita in centro citta la probabilità cresce ancora di più….

(Complottogiudaico)

Tautologie

gli ebrei vanno considerati razza, anche in virtù del loro ebraismo, se non fossero “ebrei” non li considererei una razza distinta

(Complottogiudaico)

Senza titolo

Quando muore un “sopravvissuto” sono sempre triste: le loro comiche cazzate mi divertono molto!
Comunque pare che morendo abbia esalato un ultimo grugnito…

(Blutfahne1970)

Quark

Dove c’è marciume e degrado lì c’è l’ebreo!

(Blutfahne1970)

I paragoni che non ti aspetti

è ipocrita criticare il Talmud. E’ il loro Mein Kampf.

(Partenopeo)

Kandinskij

gli ebrei infatti non essendo legati ad un suolo in particolare, ed essendo assai deboli fisicamente tendono ad astrattizzare.

(rivoluzionebianca)

Naaaaa…

“La vita è bella” è stato un film davvero meraviglioso. E in qualche modo lo vedo ancora oggi come un film di ottima fattura, peccato sia fin troppo “ebreo” il messaggio lanciato.

(Glemselens)

Essere in pace con sé stessi

non sono l’unico a pensarla come me su StormFront

(Druido)

Sudate vacanze

Ma quali lager? Quelli in cui gli ebrei lavoravano o oziavano mentre il resto dell’Europa combatteva

(Longobard)

Lo zio d’Austria

Tito distrusse il tempio e diede una grossa mazzata ai nasoni, Filippo II di Spagna introdusse le leggi razziali in Spagna (…) però lo zio è lo zio!

(Romanus)

 Non violenza

Una soluzione non-violenta per il problema ebraico,a mio avviso,non potrebbe che essere la sterilizzazione.

(Eclipser)

Luccicanza

quando mi e’ capitato di parlarci per lavoro,ho potuto notare quel luccichio negli occhi di chi e’ piacevolmente schiavo del denaro…

(nocte favente)

Lo scontro

effeminatezza semita contro fiera viriltà ario/olimpico/solare.

(Rivoluzione bianca)

Piccola lezione di medicina

il carattere sovversivo ebreo porta a depennare arbitrariamente malattie, come l’omosessualità, per puro scopo di “rivalsa sociale”

(ComplottoGiudaico)

Una delle tante immagini sugli ebrei reperibili su Stormfront

BeppeGrillo.it: il bagno pubblico più grande d’Italia

La cosa che mi piace dei forum e dei commenti in genere su internet è il fatto che mi ricordano la libertà con la quale le persone lasciano pensieri, riflessioni e, talvolta, richieste, all’interno dei bagni pubblici. Il blog di Beppe Grillo io me lo immagino proprio così, come un bagno pubblico grande grande, così grande ed accogliente che le persone ci vanno più per sfogare la loro grafomania che per espletare funzioni corporali. Andate sul blog del comico genovese. Quasi tutti i suoi post vantano migliaia di commenti, eppure pochi di questi commenti hanno a che fare con quello che c’è scritto sul post in questione. La maggior parte delle persone si sfoga e basta, altri parlano di sé, inseriscono ricette, canzoni, poesie, moltissimi linkano notizie di cronaca, altri fanno proposte sgangherate o commentano i fatti del giorno anche senza linkare l’articolo a cui si riferiscono. Alcuni poi si rivolgono a Grillo chiedendo aiuto o dando consigli, ma ce ne sono tantissimi che si rivolgono ad altri personaggi pubblici (spesso politici) scrivendo delle vere e proprie lettere aperte nelle quale si presentano, espongono i loro problemi/opinioni apponendo poi i recapiti dove si aspettano di essere contattati!!!

Bagno o non bagno il blog di Grillo è innanzitutto un luogo pubblico, dove si respira la stessa aria che si sente per strada o nella metropolitana, quando persone che non si conoscono si scambiano fugaci commenti. È un posto dove il sentito dire la fa da padrone, dove tutto viene dato per assodato e non c’è quasi mai bisogno di specificare qualcosa, dove se una cosa è successa a tuo cugino o a tuo zio allora tu sei in diritto di enunciare una legge, dove si mandano lavatrici con pallette magiche, Di Bella è una vittima delle casa farmaceutiche, Zamboni a Ferrara cura la sclerosi multipla ed è inutile studiare chimica, fisica, geologia o economia perché LA RETE ti rende in grado di esprimerti su qualsiasi argomento meglio di chiunque altro che perde tempo sui libri! Non lo sapevate che per ogni argomento c’è almeno uno scienziato ostracizzato da qualche parte del mondo che la sa più lunga di tutti?

È un luogo disordinato, convulso, espressione di una sottocultura caleidoscopica e rancorosa, frequentato tanto da estimatori di Grillo che da suoi detrattori… ricorda tanto i commenti che si possono leggere su Il Giornale.it… ma qui giungiamo a riflessioni (e parallelismi) che troverete dopo le frasi… già mi sono esposto troppo ; )

Metafore moderne

La Rete è una mamma con grandi braccia.

(Stefano Lazzari)

L’agorafobico

Ragazzi se si chiude il blog o ci spengono internet ci rimangono solo le strade e allora sono dolori veri

(Giovanni c)

Bisogni

Ciao Beppe, non so se questo è lo spazio giusto ma ho da porre una domanda al direttore dell’ amministrazione abbonati della Rai .

(Tommaso Fabrizio)

Trasporto pubblico

Degusti bus

(Carlo Carletti)

Buon auspicio

Ho trovato venti dollari in una tasca di un vestito che ho messo all’ultimo funerale. Sono per il blog.

(Valter Conti M5)

TENEREZZA

CARO BEPPE, SCRIVO STAMPATELLO (anche se so che sei contrario) NELLA SPERANZA DI SALTARTI ALL’OCCHIO

(Max Anon)

PiDocchi

oggi con la rete , l’informazione accessibile a tutti solo i parassiti , i mantenuti del sistema posso orientarsi sul PD

(tinazzi)

E cosa vuoi di più dalla vita?

Il corpo c’ha bisogno de cibo, de acqua, de riposo, de sana attività fisica e sessuale. Per quello stanno bene i contadini lucani.

(pierino davanzali)

Basta!

E’ venuto il momento di dirlo: sulla natura San Francesco ha detto delle stupidaggini.

(Giorgio Tasotti)

Bei vecchi tempi

la gente parla di medioevo… erano molto piu avanti di noi… una volta facevi l’assedio a un castello perche poi eri sicuro che prendendo per fame i suoi residenti avresti avuto da loro una resa…

(Simone Bontempi)

Mancati Nobel

La marijuana cura il cancro, ma questo non va bene né allo stato né alle case farmaceutiche.

(Paolo Ricci)

Nel nome del padre

Vietato l’ingresso ai nomadi nell’oratorio della chiesa di via Ludovico il Moro a Milano. propongo una colletta per due mazze da regalare al parroco

(Lina Ielmini)

Marx&Engels reload

Il Calcio è l’Oppio dei Popoli, come la religione, televisione, consumismo, droghe e alcool!

(Ozaru M.)

Stanlio & Olio

ho visto un film di stanlio ed olio in cui loro due erano stati arrestati per aver bevuto birra. è la prima volta che non mi hanno fatto ridere..

(evaldo amatizi)

L’eclettico

Io ad esempio, provo grande benessere con degli allenamenti combinati ginnastica- corsa. Certo sono un tipo strano ma questa combinazione mi fa stare bene.

(Ivan Verdi)

Rabdomanzia culinaria

Se volete sapere esattamente quale alimentazione va bene per voi,posso indicarvi un metodo infallibile,molto apprezzato in Germania, ma assolutamente ignorato in Italia, perché non ha nulla di scientifico:LA RADIOESTESIA

(Viviana v)

Off topic

scusate, qualcuno sa come si curano le emorroidi?

(amapola)

Vedere la luce

Se l’uomo invece di farsi la guerra, arricchirsi, evadere il fisco e commettere atti insensati studiasse CIO’ CHE GIA’ ESISTE IN NATURA, sarebbe a dei livelli di conoscenza difficilmente immaginabili e avrebbe scoperto la presenza di Dio.

(AL)

Gran bella patologia

Sto parlando di omeopatia “UNICISTA” che è il mio campo di applicazione e posso affermare che questa patologia anche negli animali e in tutte le malattie degenerative può fare cose immense

(Enio Marelli)

State pensando a quello che penso io? Spero di no!

Lo sapevate che il latte materno della mamme italiane contiene la più alta quantità europea di DDT?

(maria)

Gemelli?

Dopo 15 giorni di cura mi sono spariti tutti i sintomi e tuttora non mi sono piu ritornati. Sono come rinato due volte.

(Giovanni Larghetti)

Cattivi odori letali?

Scientificamente provato, un neonato che nasca sordo, muto, cieco e senza tatto muore all’istante.

(Francesco)

I cinesi di una volta

I cinesi (vecchio stampo x intenderci) s sono sempre curati con il cibo e campavano fino a 100 anni senza alcun medicinale.

(Procopio Procopro)

Siate affamati, siate morti.

“Steve Jobs era un vegano convinto”. –> vedi quando scritto nel paragrafo precedente… e non mi venite a dire che un vegetariano o, peggio, un vegano viva più a lungo.

(Giorgio V)

Penitenza?

se non fosse esistito quest uomo l’umanità sarebbe regredita di 20 anni! GRAZIE Steve..

(Domenico G)

Due piccioni con una fava?

Pure io é da quasi quindici anni che mi curo tramite l’alimentazione.

(Maurizio Geronazzo)

Vincere la solitudine

Sono VEGANA dal 1991 (avevo 11 anni quando decisi di non mangiare più i miei amici).

(Letizia Lina Maria Pampana)

Stupire il macellaio

andateci piano con la carne e fate rotazione di tutto cioè non comprate mai la stessa marca perché in alimentazione quello che frega sono le ABITUDINI.

(bruno bassi)

Particolari antipatie

vorrei avere tra le mani per una volta nella vita uno di quelli che scrivono le precauzioni contro il caldo:

(Davide lak)

Il vetro magico

E’ come se vedessimo le cose attraverso un vetro blindato e insonorizzato: possiamo vedere e urlare, ma chi sta dall’altra parte (i politici) nè ci vede, nè ci sente.

(Piero Donati)

L’angolo di Bruno

consiglio a tutti di consumare pomodori di varietà antiche.

(Bruno Bassi)

Modelli

si potrebbe introdurre la rimovibilità immediata, e in ogni istante, di ogni parlamentare da parte del corpo elettorale. Come avviene in tutti i paesi che hanno una forma di governo che si avvicina al vero significato della parola Democrazia: p.e. La Cina, Cuba…

(Za Stalinu)

Cucina indiana

NAPOLITANOOOOOOOOO. TU FESTEGGI E I MARO’ HANNO IMPARATO A MANGIARE IL KEBAB. GRANDE POTENZA QUESTA ITALIA DI M.

(Zanguidi)

Senza titolo

Qui si sta buttanto via il bambino coi panni sporchi

(William Borziani)

 Lapsus

Per quel che può valere ..prono a votare M5S

(Giovanni S)

Epiloghi

quando si permette che gli altri comandano a casa tua oppure si va ad esportate la finta democrazia all’estero finisce sempre tutto in NAZISMO!

(bruno bassi)

Let my people go!

Facciamo abbastanza schifo. Non eravamo un xazzo Eravamo dei poveri schiavi Ci è stato offerto un blog gratis Ci è stato offerto un simbolo gratis Per fare politica come servizio civile

(Tinazzi)

Alcuni buoni motivi per fare a meno di Beppe Grillo.

1 Grillo è un capopopolo (in uno degli ultimi comunicati il suo faccione campeggiava sul corpo di Leonida di 300), raduna la gente al grido di Vaffanculo, parla prevalentemente con la pancia e alla pancia della gente e, finora, non si è inventato nulla di nuovo, perché il Movimento a 5 stelle (M5S) non mi sembra altro che un partito ecologista con una grossa aggiunta di populismo del peggiore tipo.

2 Il fatto che abbiamo una classe politica per buona parte indegna di un paese civile non significa che la politica abbia fatto il suo corso. Togliere ai politici privilegi medioevali, ridurne il numero e portare i compensi parlamentari ai livelli europei è cosa buona e giusta, ma questo difficilmente influirà sulla qualità della gestione dello stato.

2-BIS Che la dicotomia destra/sinistra (come sostiene Grillo) abbia fatto il suo corso e, in sostanza, non sia più utile ad orientare la situazione politica italiana è possibile (del resto in molti paesi ne fanno da sempre tranquillamente a meno) ma questo significa che i partiti dovranno trovare nuovi orizzonti culturali ai quali guardare per governare e non che siano liberi e finalmente puri e buoni. Quali sono gli ideali nei quali si riconosce il M5S? A quali modelli guarda? Molti lo associano alle teorie sulla decrescita di Serge Latouche. Ma è davvero così? O il fatto di proclamarsi liberi dalle ideologie cela il fatto che non si hanno idee e visioni del mondo che vadano oltre la santificazione di internet? A me sembra che il M5S più che anti-politca sia semplicemente cattiva politica.

3 Grillo parla dal suo blog che è anche (stando al “non-statuto” del M5S) la sede del M5S. In questo risiede la grande novità del M5S, la sua carica innovativa. Ma è il blog di Grillo davvero innovativo? Senza dubbio Grillo è un comunicatore efficace e questo lo dimostra la grande fortuna del suo blog, ma i suoi metodi sono innovativi? Grillo si fa portavoce della rivoluzione di internet, ma il suo blog è quanto di più statico si possa immaginare se si pensa ai nuovi modelli di web dinamico che stiamo vedendo svilupparsi sotto il nome di web 2.0. Mi trovo perfettamente d’accordo con Massimo Mantellini quando sostiene che Grillo usa Internet più che altro “per verniciare di nuovo vecchi meccanismi aggregativi che hanno in passato ottenuto uguale successo di pubblico per altre vie” (http://www.radioradicale.it/grillo-parla-ma-non-blogga) ed in sostanza non per proporsi ed aprirsi al dialogo, ma per fare della cara e vecchia propaganda. Sono le persone che frequentano il suo blog che postano link e si scambiano informazioni, Grillo non dialoga, lui sentenzia. Andate sul suo blog. Ci sono link ad altri blog? No! Possibile che nessuno sia degno di tale onore? Persino le letture vi consiglia ai margini dei post: Grillo ha finalità pedagogiche!!!

4 Trovo Grillo poco trasparente. Come si fa a promuovere iniziative per finanziare il blog (in quanto sede del M5S) quando questo è anche lo strumento attraverso cui pubblicizzi i tuoi prodotti (libri, dvd)? In molti comunque si dichiarano disposti a finanziare le attività correlate al M5S (come il blog) ed hanno chiesto una rendicontazione dei costi. A quanto ne so inutilmente finora.

5 Che non ci siano link non è proprio vero. Il blog di Grillo utilizza l’aggregatore di notizie Tze Tze http://www.tzetze.it/about_tzetze.php che, guarda caso, è di proprietà Casaleggio /ovviamente c’è pubblicità tanto su Tze Tze quanto sul blog di Grillo).

6 Il programma del M5S http://www.beppegrillo.it/iniziative/movimentocinquestelle/Programma-Movimento-5-Stelle.pdf probabilmente è ancora in corso d’opera, fatto sta che ad oggi è qualcosa che va poco oltre un insieme di pensierini che potrebbe essere uscito da un collettivo liceale (persino il programma di CasaPound è più completo). La maggior parte delle proposte riguardano incentivi a green-economy e una serie di provvedimenti contro “la casta”. Tra queste ce ne sono alcune davvero peculiari. Vi segnalo la proposta di vietare ad un parlamentare durante il suo mandato di svolgere alcuna professione. Ce lo vedete un macellaio chiudere l’attività, un cantante smettere di fare concerti, uno scrittore di pubblicare libri o un chirurgo di operare solo perché vengono eletti? Ma poi per quale motivo, ammesso che sia costituzionale? Solo per andare incontro alla pancia della gente? Non dovrebbe essere uno stimolo in più quello di fare parte attivamente della vita economica del proprio paese e allo stesso tempo lavorare per migliorarlo? Per vincere i soprusi dei politici dobbiamo tornare indietro di un secolo quando la politica la faceva solo chi poteva permetterselo? Altra cosa sarebbe, invece, una legge, vera, sul conflitto di interessi.

7 Lo avevo accennato prima, ma forse occorre dargli più risalto, sì: Beppe Grillo fa i comunicati politici! Nemmeno in Unione Sovietica… dopotutto lui possiede il marchio 5 stelle…

beppe-grillo